I grandi uomini non muoiono mai, finché rimangono nella memoria dei vivi.
 
Onori a Pino Rauti

Pino-RautiE’ scomparso l’uomo più coerente, assieme ad Almirante, della destra italiana. Ho avuto modo di conoscerlo personalmente e di apprezzare le sue doti di uomo politico e di cultura. Hanno tentato più volte di distruggerne l’immagine perché personificava ideali forti, in netto contrasto con la teoria del profitto e del guadagno facile a totale discapito delle categorie più umili. Lo definivano il fascista di sinistra perché odiava il capitalismo selvaggio più di quanto lo odiassero gli stessi comunisti. Durante la caccia alla streghe nel periodo dell’antifascismo di maniera venne inquisito più volte dalla stessa Magistratura uscendone, dopo tante sofferenze, indenne e a fronte alta. Politico di profonda statura morale è stato più volte deputato sino a sedere nei banchi del Parlamento Europeo. E' stato un ideologo, uno stratega della destra sociale e uno storico attento dei movimenti e delle idee del Novecento. Un uomo d’azione che ha dato alla destra e alla nazione in tempi difficili un enorme contributo di idee e di programmi, utili per lo sviluppo sociale, ma non graditi ai padroni del vapore, timorosi di perdere il potere di dominio e di controllo delle coscienze. Con lui se ne va un pezzo di storia, ma non le sue idee e i suoi programmi. Di lui mi è rimasto un ricordo indelebile che consegno volentieri alle generazioni di oggi e di domani, perché lui è un uomo che assieme ad altri ha fatto la storia dell’Italia post-bellica. Si tratta di un intervista realizzata in tempi non sospetti nel marzo del 1990. (2 novembre 2012).
                                       (Antonio Mastinu).
 


                                        Rauti

                                  















L'INTERVISTA



 

 
"Chi non conosce la verità è soltanto uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un malfattore". (B. BVoce_liberarecht). Torre_di_controllo_di_Elmas nuraghe_barumini
  Site Map